mercoledì 9 gennaio 2013

I "Liberi et terrales ab equo"

I "LIBERI ET TERRALES AB EQUO"
Elenco per la TREXENTA nel 1359
di Sergio Sailis


I cosidetti “liberi et terrales ab equo” rappresentavano una sorta di piccola aristocrazia rurale posta alla sommità della scala sociale medioevale sarda; si trattava di invidui “liberi” e avevano l’obbligo di prestare servizio militare (o di polizia) a cavallo. Essi erano esenti dal pagamento di imposte ma dovevano garantire il possesso di un cavallo e di armamenti adeguati (nel periodo pisano-aragonese il valore del
cavallo doveva essere di almeno otto libbre di alfonsini minuti e l’armamento di almeno cinque libbre) per lo svolgimento del servizio assegnato ed era obbligato a presentarsi alle mostre periodiche, partecipare alle “cavalcate” e ai giudizi di corona.

Il loro status di esenzione permaneva sintanto erano in grado di prestare tale servizio; qualora venissero a mancare queste condizioni potevano essere declassati e ricompresi nelle altre categorie soggette ad imposizione.
Sono tuttavia noti diversi casi di appartenenti a questa categoria che, dopo essere caduti in povertà, fecero esplicita richiesta per essere esentati ossia “affeati” pagando una tassa specifica.
Nel periodo pisano potevano essere considerati in questa categoria solo quelli espressamente indicati nelle periodiche "Composizioni" ed eventuali deroghe potevano essere autorizzate solo dal Consiglio degli Anziani di Pisa.
Nella VI composizione redatta nel 1359 da Ser Costantino Sardo (coadiuvato dal notaio Pietro da Calci) e destinata ad entrare in vigore il primo settembre del 1362, per la Trexenta vengono indicati i seguenti "liberi et terrales ab equo":

1) Miale Orlandi - Goy de Silla;
2) Gostantinus Orlandi - Goy de Silla;
3) Arsocchus de Asseni - Goy de Silla;
4) Gonnarius de Serra - Goy de Silla;
5) Filippus Puliga - Goy de Silla;
6) Guantinus Dessori (jr) - Goy de Silla;
7) Arsocchus Mereus - Goy Maioris;
8) Paulus de Serra - Goy Maioris;
9) Filippus de Serra - Goy Maioris;
10) Gomita Savio - Goy Maioris;
11) Gomita Mancosus - Selaghe;
12) Simon Diana - Selaghe;
13) Miale Puligha - Siunis;
14) Taddeus Castagna - Suellis;
15) Fuliatus Castagna - Suellis;
16) Lasius Currie (figlio di domini Suaccesi) - Arigi;
17) Margianus de Asseni (figlio di domini Suacesi Currie) - Arigi;
18) Gonnarius Curria - Arigi;
19) Nicola de Siillo - Sinorbi;
20) Gomita Mancosus - Sinorbi;
21) dominus Johannes Troncii - Bangni Arilis;
22) Barasone Tronci - Donigaglie Alte;
23) Dominus Johannes Mancosus - Alute;
24) Antiocus Curria - Simieri;
25) Gonnarius Curria - Simieri;
26) Colus de Asseni - Archo;
27) Arsocchus de Asseni - Archo;
28) Petrus de Asseni - Archo;
29) Guantinus Troncii - Ortacesus;
30) Arsocchus de Martis - Ortacesus;
31) Jacominus de Orro - Ortacesus;
32) Miale Margiani de Quarto - Ortacesus;
33) Petrus Margiani de Quarto - Ortacesus;
34) Gratiadeus de Orro - Ortacesus;
35) Francischus de Culchas - Sebera;
36) Cococti Mesusii - Sebera;
37) Dominus Petrus Diana - Bangni Donici;
38) Johannes de Capoterra - Dei;
39) Barazone de Asseni - Dei;
40) Gonnarius de Martis - Arili;
41) Julianus Ardu - Bangni Arilis;
42) Petrus de Capoterra - Bangni Arilis;
43) Guantinus Curria Dorru - Bangni Arilis;
44) Guantinus Curria Orlandi - Bangni Arilis;
45) Seracinus Dorru - Segarii;
46) Benedictus Margiani Mele de Quarto - Frius;
47) Gomita Mele de Quarto - Frius;

Nessun commento:

Posta un commento